Cool Jazz

 Home Page

Associazione

Contatti

Mail

Blog

Eventi

Stagioni

Iniziative

Mussomeli

 

 

 

 

 

 

 

Sito in costruzione

Miti viventi

Con il convincimento che i grandi artisti abbiano diritto ad essere riconosciuti in questa vita, questa sezione è dedicata agli artisti viventi che hanno assunto la dimensione di mito per quanto hanno finora dato al jazz. L'omaggio doveroso ai grandi musicisti che, purtroppo, non sono più su questa terra è rimandata ad un'altra sezione che speriamo di inaugurare quanto prima.

Le pagine dedicate ai miti viventi sono state realizzate assemblando brevi biografie con le notizie essenziali che li riguardano assieme ad alcuni video già esistenti in internet, rintracciabili con qualunque motore di ricerca (google, yahoo, ...), e più precisamente su Youtube (http://www.youtube.com), ma organizzandoli in modo da essere subito accessibili dalla stessa pagina.

Il materiale usato proviene principalmente dalle pagine web ufficiali dei singoli artisti, oltre che da Wikipedia, sia nella versione italiana (http://it.wikipedia.org) che in quella inglese (http://en.wikipedia.org), oltre ancora ad altri siti in cui sono stata trovate informazioni non presenti nei siti ufficiali ne in Wikipedia.

I video proposti non sono presenti sul sito ne scaricati in alcun modo. La loro visione avviene direttamente su Youtube.

La sezione sui miti viventi è sperimentale e in costruzione. Qualunque critica, consiglio, commento, suggerimento è benvenuto su musica@cooljazz.it.

 Home Page

Associazione

Contatti

Mail

Blog

Eventi

Stagioni

Iniziative

Mussomeli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La rassegna inizia con tre grandi artisti, Diana Krall, Larry Carlton e Chick Corea, non per motivi di classifica, ma solo per ispirazione del momento.

Diana Krall

Diana Krall

Larry Carlton

Chick Corea

 

La tripletta successiva mette a confronto tre batteristi della scena jazz mondiale dalle caratteristiche differenti: la raffinatezza e la precisione di Peter Erskine, l'energia e l'estro di Billy Cobham e il fascino orientale di Trilok Gurtu.

Peter Erskine Billy Cobham

Trilok Gurtu

 

Segue una terna di bassisti in cui avrebbe meritato di figurare, come emblema del jazz fusion, il mitico Jaco Pastorius che, però, scompare il 21 settembre 1987, all'età di 36 anni, vittima di un pestaggio insensato ad opera di un buttafuori di un locale notturno.

La terna inizia con Gary Peacock che, alla rispettabile età di settantacinque anni, è oggi componente stabile del trio di Keith Jarrett assieme al batterista Jack DeJohnette. Completano la terna, in ordine di età, Dave Holland e Stanley Clarke.

Gary Peacock Dave Holland Stanley Clarke

 

E' quindi la volta di tre miti della terza età a partire dal novantenne Dave Brubeck maestro del jazz melodico e dei tempi dispari, autore e interprete dei famosissimi e intramontabili Take Five e Blue Rondò a la Turk, seguito dai più giovani ottantenni Sonny Rollins e Ornette Coleman esponenti basilari del hard bop, il primo, e del free jazz il secondo le cui performance musicali sono vietate ai minori di 18 anni di fede jazz .

Dave Brubeck Sonny Rollins Ornette Coleman